Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method dc_jqsocialstream::header() should not be called statically in /web/htdocs/www.lions108yb.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 298
Home » News » Castiglione di Sicilia: Seminario delle Cariche

Castiglione di Sicilia: Seminario delle Cariche

Verificato
IMG_2193.JPG
IMG_2193.JPG
IMG_4197.JPG
IMG_3153.JPG
IMG_3334.JPG
IMG_2203.JPG
IMG_3398.JPG
IMG_3360.JPG
IMG_2215.JPG
IMG_3123.JPG
1 SS120 Rovittello Sicilia 95012 IT

Castiglione di Sicilia: Seminario delle Cariche

Una due giorni, quanto mai, emozionante; una due giorni, quella del Picciolo a Castiglione di Sicilia, che rimarrà certamente nella storia negli annali del Lionismo siciliano, rimarrà nei ricordi dei tanti Lions che hanno partecipato al momento della sintesi e della concretezza; hanno condiviso quel momento speciale quell’evento tanto atteso e da tanto tempo solo annunciato, magari in tutte le salse e che ha stentato invece a diventare realtà programmatica, ciò che invece in modo convinto ha chiesto e avviato il Neo Governatore Ninni Giannotta. Forse in tanti, non credendo alle proprie orecchie hanno persino titubato ed inizialmente anche la sedia occupata, anche da semplice spettatore, ha dato la sensazione che scottasse.

Ciò, ovviamente, non accadeva solo per i 40 gradi all’ombra che ha accolto i numerosissimi convenuti; e forse la cronaca di questi due giorni, di queste 48 ore porterà in maniera quasi spontanea ad iniziarla dalla fine al contrario; cominciando quindi dalla “Standing ovation” con la quale è stata salutata la presentazione dell’Anno Sociale che coincide con i primi vagiti del neonato secondo centenario di “Noi” Lions.

Una platea di Lions che con molta attenzione ha seguito lo snocciolare il programma che ha sicuramente come obiettivo una quanto mai necessaria sterzata. Un deciso atto di governo che ha solo uno scopo, rendere sempre più interessante, trasparente e quindi riconosciuto questo importante ambito della società rappresentato e popolato dai Lions e che è doveroso spendersi con ogni energia al fine di portare all’esterno il meglio e dare quindi la reale dimensione della portata della Nostra Associazione. Essere, in modo indiscusso, la “prima” Organizzazione Non Governativa (più spesso chiamata con l’acronimo ONG) del Mondo è e deve essere la chiave di volta di un ragionamento più complesso che deve necessariamente garantire la Leadership nel territorio del Nostro Distretto che da sempre si è guadagnato rispetto ma che oggi deve fare, anche, un ulteriore salto di qualità!!! Quel salto di qualità che ha chiesto il Presidente Internazionale Uscente e che elegantemente sponsorizza il nuovo Presidente Naresh Kumar Aggarwall. Con il Cancelliere Bob Corlew sono state scalate montagne, con il Presidente Naresh Kumar Aggarwall si conferma il fatto che “Stiamo facendo un mondo di differenza”, del resto siamo appena 1,4 milioni di uomini e donne che credono convintamente che la solidarietà sia importante.

Ancora un Tocco di Campana per un Nuovo Anno Sociale per il nuovo centenario, che inizia con importanti e meditati propositi all’insegna del “cambiamento nella continuità”; ripartire ancora e proprio da Castiglione di Sicilia richiamando da tutta l’isola tutti i Lions che con diversi incarichi assumeranno la responsabilità lionistica nel Distretto 108 Yb, nelle Circoscrizioni, nelle Zone e nei Clubs. Nel cuore e quindi nel vivo dell’Evento Lionistico si aggiunge ancora un numero incredibile di giovani, che nell’esprimere il loro bisogno, il loro desiderio di vita e di emozioni, ancora una volta hanno tinto di colori effettuando una edificante e pacifica invasione riempiendo il “Picciolo” da Lions radunati dal Neo Governatore Ninni Giannotta.

E’ stata ancora emozionante vedere sfilare le bandiere di gran parte dei paesi del Mondo (ben 35 paesi) che hanno dato l’idea della dimensione planetaria dell’Associazione, i colori che portano con se e con in testa quella indiana, il Paese del Presidente Internazionale, il Presidente Naresh Kumar Aggarwall, sorrette con orgoglio genuino da Giovani entusiasti di fare l’esperienza del “Campo Trinacria” e che l’Associazione Internazionale in sede nel Distretto 108 Yb unitamente ai Distretti 108 Ya e 108 Ab si sono messi in gioco per il triennio 2016/18. Ragazzi provenienti, quindi, dall’India, dalla Norvegia, dall’Olanda, dalla Danimarca, dalla Finlandia, dalla Francia, dalla Turchia, dall’Ungheria, dalla Germania, dalla Corea, dall’Indonesia, dagli Stati Uniti, dal Canada, e dall’Austria ospitati da famiglie di Lions Siciliani.

Colori, colori e ancora tante emozioni è stato uno spettacolo nello spettacolo e di gran successo, che ha fatto pensare ai molti che è valsa la pena di essere presenti e quindi poter affermare: oggi c’ero anch’io!!! Per come cennato oltre tantissimi Lions si sono dati appuntamento alle falde dell’Etna che con tutta la sua maestosità ricorda ed esalta il motto dell’Immediato Past Presidente Internazionale.

Tutto questo per consentire a giovani di vivere una esperienza importante dalla quale e per la quale trarre una importante lezione di vita che sicuramente forgerà i loro spiriti regalando l’insostituibile benessere che deriva dallo stare insieme, e soprattutto riportare con se quella sana e corroborante esperienza che può regalare solo la nostra incantevole Sicilia.

Ma altrettanto forte è stata l’emozione e la voglia di vivere, percepita e abbondantemente somministrata proprio dai giovani “disabili”.

Grandi emozioni, con un programma ambizioso e con l’interazione del campo giovanile Lions Campo Trinacria, con la impareggiabile collaborazione dei Leo e dei Lions, portando avanti concretamente, e quindi con i fatti, il motto lionistico “We Serve” oggi anche del Nostro Governatore Ninni Giannotta.

Una vera e propria “full immersion” con sempre presente il messaggio del Presidente Internazionale Naresh Kumar Aggarwall e cioè di unirsi ai Lions di tutto il mondo per iniziare il secondo centenario. Il Presidente ci saluta e auspica il raggiungimento di un nuovo livello, Namaste! La presenza divina che è in me, saluta la presenza divina che è in voi. L’obiettivo per i prossimi 12 mesi è molto semplice: raggiungere un nuovo livello di service per il Lions e dai Lions.

Beh!!! Sono affermazioni che vanno colte e codificate e soprattutto sfumature alle quali dovremo abituarci sempre più; come ripete Salvo Giacona la cui esperienza e lungimiranza ci porta a decodificare il divenire delle cose che si avviano ad essere richiamate da un principio fisico ineludibile; l’aumento esponenziale della presenza di Lions orientali e la diminuzione di quella occidentale sta portando ad un travaso sempre più importante che dall’Oriente contamina positivamente l’Occidente.

Vivere il Lionismo come afferma il Nostro Governatore Ninni Giannotta: Namaste! “Saluto il divino che c’è in ognuno di Voi, riprendendo il saluto del Presidente Internazionale“ Namaste! Saluto lo spirito lionistico, la forza, l’entusiasmo, la passione che vedo “sicuri” in ognuno di Voi e voglio fare affidamento proprio in questa passione… e viene proiettata in sala una clip che esalta il potere “del Noi” rappresentato da un puzzle costituito da indispensabili tessere che sono i Distretti e descrive il guidoncino del Presidente Internazionale costituito da un fitto intreccio di mani che rappresentano “il Noi” e “la solidarietà” che porta al successo di ogni iniziativa. Il Messaggio del “We Serve”, il motto adottato da tutti i Governatori del mondo per i prossimi tre anni; in quest’ottica, che serve a comprendere la dimensione dell’Associazione internazionale e che si può cogliere nella sua maestosità partecipando alla convention dove la presenza dei rappresentanti di 210 paesi da la reale dimensione e fa riflettere sulla potenza di una univoca volontà che fa il “NOI”. il Governatore chiede alla platea, e quindi a tutti Noi Soci, di essere aiutato a realizzare quel lionismo globale che, dice, costruiremo tutti quanti insieme e che è “il lionismo del fare”. Portare avanti il progetto con uno sforzo culturale. L’obiettivo? Restituire alla Nostra Associazione quel prestigio sociale che le compete. Ciò come potrà accadere? Potrà avvenire migliorando l’impatto sul territorio. Nel programma non può mancare un forte ed incisivo messaggio che vada oltre e dia la netta e precisa dimensione e utilità del messaggio stesso, ciò potrà avvenire solo con un cambiamento di rotta e con argomenti da proporre all’esterno e quindi superare quel diaframma che sta spesso tra Noi e la Società civile. Il Governatore, nell’illustrare il suo programma, è come un fiume in piena: Visite Amministrative, Formazione, decentramento, prestigio ed eleganza, riduzione degli Officers, Democrazia partecipata e così via… Ciò sarà sicuramente affidato ad una forte campagna di informazione capace di realizzare ciò che è stato detto e progettato. Prendendo a prestito una frase di Winston Churchill, che calza perfettamente con il senso, il messaggio che si vuole dare e cioè: “Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare!!!” Ma il Governatore precisa che in tutto questo non c’è alcuna voglia di stravolgere, non c’è l’attivazione di un cambiamento radicale “tout court” bensì si tratta di un tentativo di adeguare i nostri sforzi ed il nostro impegno alle mutate esigenze della Società civile, partendo da un presupposto indefettibile che è l’esperienza del passato: un Leone che guarda al futuro ma certamente con pari dignità anche al passato. Indica anche una verifica di metà percorso che corrisponderà e servirà ad effettuare eventuali correttivi tanto ai progetti che alle persone, chiedendo a qualcuno dei delegati anche di fare un passo indietro.

La Visita Amministrativa: una diversa gestione della visita amministrativa ai Clubs, nel pieno rispetto delle Norme Statutarie, finalizzata a risparmiare tempi e costi con delle Video Conferenze (mezzo auspicato, del resto, dalla sede centrale) da tenere per Zona con i Direttivi dal lunedì al venerdì in serata, col il supporto di un apposito comitato tecnico. Mentre la Domenica mattina si celebrerà la Cerimonia della visita Amministrativa per l’intera Circoscrizione di turno. Decentramento: dell’Incontro di Autunno che si terrà prima dell’inizio delle visite amministrative a livello di Circoscrizione, per dare modo ai Soci di intervenire e proporre, e per quest’anno si terrà il 17 settembre p.v..

Il Governatore traccia in maniera puntuale e precisa l’azione di cambiamento che ha avuto come immediato ed evidente risultato quello di una drastica riduzione di Service e quindi di delegati, tutto ciò nell’intento di mettere al centro i Clubs che devono essere i postulatori di iniziative attenendosi rigorosamente ai regolamenti e allo statuto; un cambiamento culturale e soprattutto comportamentale con una drastica riduzione delle cene e quelle che si faranno dovranno, nella loro eccezionalità, assurgere alla dignità di “evento” e ciò potrà avvenire solo e solo se alle stesse saranno abbinati rilevanti motivi di interesse pubblico che non sono certamente connessi con un qualsiasi generico convegno; quindi questi eventi devono richiamare l’attenzione esterna in senso positivo e non per il mero e simbolico stare intorno ad un tavolo bensì per coinvolgere in un progetto personalità la cui presenza può e deve essere motivo per accendere entusiasmo e riflettori sul ben fatto dell’Associazione, unica struttura per la quale è il caso di spendersi con ogni energia.

Non sono mancati ovviamente interventi di spessore, interventi che hanno toccato il cuore e stuzzicato l’intelligenza dei presenti e che meriterebbero di uscire a tutto tondo per raggiungere tutti i Lions del Distretto nel condividere una esperienza senza confini.

Impareggiabili gli stimoli e l’equilibrio dati, a piene mani, dal Past Presidente del Consiglio dei Governatori Salvo Giacona con la Sua prolusione tecnica e argomentata che ha tenuti, gli astanti, incollati alle sedie per ben 15 minuti, dando e argomentando ciò che porta inevitabilmente alla necessità di un profondo e importante cambiamento. Il Cambiamento è necessario non per cambiare ma per argomentare e strutturare un modo utile ad arginare ciò che sta portando ed erodendo il Lionismo siciliano, che eccelle in tantissime cose ma, che soffre di una inarrestabile emorragia e vede regredire drasticamente il numero dei Soci. Il problema è posto e va affrontato, va affrontato a viso aperto e con un confronto leale e aperto che nel DNA dei Lions fortunatamente albergano. Tale processo investe gli Stati Uniti d’America e il vecchio continente che include l’Italia e la Sicilia e ad evidenziare il fenomeno la crescita esponenziale di Soci dei Paesi orientali. Non è pensabile poter disattendere tale evento che rischia quindi di snaturare ulteriormente anche il modo di essere ed il modo di gestire il lionismo che risente sempre più della crescita, per come cennato, in senso contrario in altri ambiti del pianeta.

Deve cambiare anche un modo di intendere la partecipazione e anche l’accettare l’appartenenza ad un contesto che va molto al di là delle Alpi. La tenuta da lavoro, quel giubbotto giallo che rende visibili e ci differenzia da altri, da Noi ancora molti non lo accettano. E come non accettano quel tono un po’ folk che proviene dai Paesi Americani per molti di noi sono invece occasione per storcere il naso.

Possenti ed autorevoli gli interventi dei due vice Governatori Vincenzo Leone e Angelo Collura. L’emozione non ha tradito il secondo Vice Governatore e neo eletto che con un intervento ricco di spunti ha da subito rassicurato il Governatore del suo incondizionato appoggio “senza se e senza ma”, ha traguardato il futuro e gli eventi che lo connatureranno definendoli “giorni memorabili” che riguarderanno delle “sfide epocali” che sono la conseguenza “di un nuovo modo di vedere il lionismo nel globo”. Il 2021 ci porterà a triplicare ogni sforzo, lavorare per un lionismo che investa, nell’azione, direttamente il Socio.

Il Primo Vice Governatore Vincenzo Leone conferma il sostegno al Governatore e che racconta la sua recente emozionante partecipazione alla Convention Internazionale di Chicago, la Sua prima partecipazione che è stata l’occasione per avvertire la dimensione planetaria dell’Associazione; sentire l’esigenza di ripetere il ringraziamento per tutti i Lions del mondo da parte di Bob Corlew per avere scalato le montagne e avere accettato le proposte sfide. Partecipare alla Convention è motivo per ritornare più forti, la consapevolezza di far parte di un grande progetto. Tutti i Lions con azione corale porta ai grandi risultati. LCIF ha consentito che oltre 1.500.000 bambini, uomini e donne venissero vaccinati e ciò grazie alle donazioni di Noi Lions. Possiamo essere ottimi Lions se siamo disponibili a crescere nella formazione. Se nel fare ci mettiamo Cuore e Ragione, questi sono i due elementi quindi per essere ottimi Lions.

L’Intervento dell’Immediato Past Governatore Vincenzo Spata che sollecita un meritato applauso per Claudia Balduzzi, Spata conferma anch’egli ampio e pieno sostegno all’attività intrapresa dal Neo Governatore e approfitta ancora una volta per esprimere la Sua vicinanza a tutti coloro i quali hanno saputo interpretare positivamente il proprio ruolo nell’anno del suo Governo del Distretto; anche scherzosamente ma con un realismo proprio di chi sa porgere concetti apparentemente scontati e che così scontati non sono come il dover ridiscendere dalla salita dalle ideali montagne di Bob Corlew.

Il Governatore Giannotta dopo l’introduzione del Cerimoniere ritiene di dover dare un approfondimento sulla personalità lionistica che da li a poco prenderà la parola, esalta la figura e da merito alla capacità della stessa di esprimere un lionismo italiano con lo spessore e la caratura internazionale. Claudia ringrazia il Governatore ed esprime tutta la gratitudine della Fondazione al Distretto siciliano e quindi a tutti i Soci per i risultati raggiunti nell’Anno Sociale appena trascorso, prende a modello le parole che hanno preceduto il suo intervento e ad esempio persino il Vangelo di qualche domenica fa per rappresentare in maniera precisa, il cambiamento di trend in positivo e che è quello che sono stati piantati buoni semi nella buona terra; ovvero porre le condizioni per dare buoni ed abbondanti frutti; il Distretto Sicilia 108 Yb proviene da un ambizioso e meritatissimo traguardo, essersi classificato ventiquattresimo su settecentoquaranta Distretti di tutto il mondo nella raccolta fondi con numeri, per come sottolinea Claudia, che di astratto non hanno proprio nulla per LCIF. 149.000 $ versati e spalmati su 102/ 103 Clubs e destinati ad attività “sui migranti” e sui “diversamente abili e fasce deboli” che brillano in due medaglie di argento presidenziali da mettere al bavero del Past Governatore Vincenzo Spata ed al Coordinatore Multidistrettuale Maurizio Gibilaro per quanto e come si sono spesi per il raggiungimento di cotanto importante risultato.

A Concludere la complessa e articolata manifestazione finalmente il Governatore del Distretto Lions 108 Yb Sicilia Avv. Ninni Giannotta: Appartenente al LC Catania Riviera dello Ionio. Il 2 Luglio, a Chicago, durante la Convention Internazionale del centenario, l’ormai Past Governatore il Dr. Vincenzo Spata ha consegnato il testimone all’Avv. Ninni Giannotta nel classico strappo della coccarda, che governerà l’importante sodalizio sociale siciliano per l’anno 2017-2018.

Così esordisce il Nuovo Governatore Ninni Giannotta:

Namaste! Saluto lo spirito lionistico, la forza, l’entusiasmo, la passione che vedo “sicuri” in ognuno di Voi e voglio fare affidamento proprio in questa passione…

Addetto Stampa Lion Giuseppe Vella

 

IMG_3123.JPG 5 mesi fa
IMG_2215.JPG 5 mesi fa
IMG_3360.JPG 5 mesi fa
IMG_3398.JPG 5 mesi fa
IMG_2203.JPG 5 mesi fa
IMG_3334.JPG 5 mesi fa
IMG_3153.JPG 5 mesi fa
IMG_4197.JPG 5 mesi fa
IMG_2193.JPG 5 mesi fa
Mostro 9 risultati
Share
Share

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method dc_jqsocialstream::footer() should not be called statically in /web/htdocs/www.lions108yb.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 298
X