A Biancavilla, nasce il centro Lions per i cani allerta del diabete

A Biancavilla, sulle falde dell’Etna, sarà istituito il “centro nazionale Lions per la formazione di cani allerta nel diabete”. Lo ha deliberato a febbraio il Gabinetto del Distretto 108Yb ed il Governatore Mariella Sciammetta lo ha proposto al Consiglio dei Governatori. Grazie al fiuto dei cani, i diabetici possono essere avvisati per tempo dell’insorgere di crisi glicemiche evitando gravi conseguenze che possono portare fino al decesso. Da studi effettuati i soggetti diabetici durante le crisi ipo e iperglicemiche emettono particelle che vengono espulse con l’alito o con il sudore producendo un odore impercettibile al naso dell’uomo ma non a quello del cane che è dotato di particolari capacità olfattive. Un cane, con uno specifico addestramento è capace anche mezz’ora prima dell’evento critico di avvisare il paziente o di dare l’allarme ai familiari. Il percorso completo per addestrare un cane allerta nel diabete è di due anni, ma già dopo i primi 4 – 5 mesi sarà in grado di dare il segnale di allarme. I due anni sono importanti per stabilizzare un addestramento molto preciso per i tipi di segnalazione a casa, in luoghi esterni, in auto ed anche con simulazioni in ore diurne e notturne. La proposta di addestrare cani allerta diabete in Sicilia è del medico Giuseppe Daidone del Lions Club Siracusa Eurialo, attuale presidente della settima circoscrizione (Siracusa), ed ha avuto il sostegno della AILD (associazione italiana Lions per il diabete), presieduta da Mauro Andretta. Già nel gennaio 2020 era stato firmato a Perugia un accordo di collaborazione tra AILD e “Progetto Serena”, un associazione veronese fondata da Roberto Zampieri, un esperto cinofilo Roberto Zampieri che da anni sta sviluppando il progetto “col fiuto ti aiuto” con innovativi protocolli di addestramento. A Biancavilla si trova il centro per la Sicilia del “Progetto Serena” e l’istruttore è Alfio Ingiulla educatore e comportamentista cinofilo, presidente della associazione cinofila “il capo branco”. Nella struttura etnea a marzo la trasmissione “buongiorno regione” del TG3 ha effettuato un ampio servizio sul progetto dei Lions alla presenza del primo vice Governatore del Distretto 108Yb Franco Cirillo. A marzo 2020 il Lions Clubs Siracusa Eurialo ha donato un cane allerta diabete ad un ragazzo migliorando le sue condizioni di vita.“Il Centro Nazionale Lions per la Formazione dei cani allerta nel diabete – spiega il governatore Mariella Sciammetta – rappresenta certamente un fiore all’occhiello per il nostro Distretto e corona l’impegno profuso da Lions che interpretano con passione il loro impegno nell’associazione, primo fra tutti, Giuseppe Daidone socio del Club Siracusa Eurialo. E’ il primo centro Lions e formerà cani di qualsiasi razza, magari già inseriti nelle famiglie o prelevati da canili, a segnalare per tempo il sopraggiungere di una crisi glicemica. Come è noto l’impegno dei Lions per il diabete costituisce una delle cinque sfide indicate dall’associazione e, pertanto, l’iniziativa è un atto concreto e tangibile in favore di chi soffre di tale patologia fortemente invalidante. Non posso non essere soddisfatta dell’importante traguardo raggiunto che segna l’avvio in Sicilia di un progetto molto interessante e qualificato”.

login

Inserisci l’email e la password