Scambi Giovanili, sospesi per il Covid 19 ma pronti a ripartire

Gabriele Miccichè del Lions Club Palermo Leoni, è il direttore del  Campo Italia viene organizzato per il triennio 2019-2021 dal Distretto 108 YB Sicilia. Abbiamo chiesto a Gabriele Miccihè di raccontarci la sua esperienza nonostante la sospensione dell’attività a causa del Covid 19. “Ormai da qualche anno ti stai occupando, proficuamente , del campo Lions Italia per il Multidistretto Italy. Un service che realizza uno degli scopi dei Lions: ”creare e promuovere uno spirito di comprensione tra i popoli del mondo” e che, nel tuo triennio da Direttore del Campo Italia,  affronta anche il tema della integrazione tra i popoli che arrivano  in Europa attraverso il mare Mediterraneo; puoi raccontarci la tua esperienza?   Ci puoi parlare dell’ultimo campo giovanile 2019?” Gabriele Miccichè: ” Nel mio articolo apparso sulla rivista nazionale Lion del maggio scorso, ho evidenziato l’esperienza di cinquanta ragazzi, provenienti da 37 differenti nazioni, da tutti i 5 continenti, ospitati per una settimana dalle host family di tutta Italia e convenuti il 4/7/2019 a Milano per partecipare alla Convention Internazionale Lions, dove, per la prima volta, sono stati anche portabandiera dei paesi partecipanti. Nei giorni successivi, siamo stati a Limbiate per vedere come funziona la Scuola Cani Guida, a Roma, dove, per la prima volta, i ragazzi hanno partecipato al Lions Quest; a seguire in Sicilia dove, tra gite, Valle dei Templi, Etna, Campo Disabili di Linguaglossa, complessivamente sono trascorsi 18 giorni. Si è conclusa così questa splendida  esperienza che lascerà nel cuore dei ragazzi sentimenti di integrazione e solidarietà di gente ospitale, in luoghi bellissimi, dove sono nate amicizie autentiche che continueranno nel tempo. Storie che hanno arricchito anche il nostro bagaglio culturale ed umano ” Che succederà quest’anno? Quali prospettive per i campi giovanili post-Covid19? R:”Il Covid-19 ha stravolto tutti i programmi dell’Associazione. Già a fine marzo si è arrivati, da parte delle singole nazioni, alla sofferta decisione di annullare tutti i Campi, decisione poi confermata dal LCI”. D:”Ricordi qualche episodio che ti gratifica come uomo e come Lions?” R:”Nell’ultimo Campo Italia ho fortemente voluto la partecipazione di Habib, un ragazzo proveniente dalla Guinea, arrivato in Sicilia con il “barcone” dopo anni di viaggio, di torture e di peripezie. Quasi nessuno dei partecipanti conosceva la problematica dell’immigrazione nel Mar Mediterraneo e non dimenticheranno mai la testimonianza di vita di Habib. Dalla mia conoscenza con Habib nasce il progetto  “A braccia aperte” che si occupa di ristrutturare un Centro accoglienza per ragazzi immigrati neomaggiorenni a Palermo. Progetto promosso dai Lion Clubs Palermo Leoni e Palermo Federico II e interamente finanziato da LCIF”.

login

Inserisci l’email e la password