Capo d’Orlando, nonostante la pandemia screening nel cortile della scuola

Il Lions Club Capo d’Orlando, presieduto da Carmelo Scalisi, ha voluto insieme alla socia oculista Maria Briguglio, responsabile  distrettuale per il service “Sight for Kids”, riproporre in questo momento difficile di pandemia una giornata di screening gratuito visivo per gli alunni della Scuola dell’Infanzia dell’Istituto n.1 Capo d’Orlando. Una preziosa Collaborazione che ha visto coinvolti il Dirigente  Rinaldo Anastasi e anche la l’ortottista Caterina Sulfaro sempre presente in queste giornate di prevenzione visiva pediatrica a supporto dei Lions. Nel rispetto delle misure anticovid,  35 piccoli alunni tra i 3 e 5 anni( 19 maschi e 16 femmine), sono stati sottoposti ad uno screening visivo di misurazione dell’acuità visiva,cover test,  stereopsi  e motilità oculare. In base ai parametri rilevati 20 sono risultati nella norma per l’età. Invece a 15 bambini  è stata consigliato un controllo specialistico presso il medico oculista per sospetta ambliopia ( 5 ) e alterazioni al cover test quali esodeviazioni  e exodeviazioni. I tests comunque non hanno un valore assoluto e come raccomanda “Sight for Kids” la visita oculistica in età precoce 3-4 anni va sempre eseguita . Alla giornata hanno contribuito attivamente anche i soci dott. Maurizio Rifici, presidente di zona 10 del Distretto 108 YB Sicilia e la socia Mimma Calcavecchia. Sconfiggere una patologia ancora poco nota ma che di fatto colpisce in Italia circa il 4 % dei nuovi nati , quale l’ambliopia , nota anche come occhio pigro, è un obiettivo ambizioso ma che i Lions Italiani hanno posto tra i loro progetti importanti in quanto intervenire precocemente nella diagnosi è l’unica arma per non avere il rischio di perdere la capacità visiva dell’occhio pigro con danni irreversibili.

login

Inserisci l’email e la password