Lions e bambini diabetici, raccolta fondi per “cani allerta” all’aeroporto di Comiso

#comiso – Ci sono cani che, grazie alle loro abilità olfattive, sono capaci di avvertire con anticipo l’insorgere di una crisi ipo e iperglicemica, rivelandosi perciò decisivi nel caso di bambini diabetici, che non sempre sono in grado di avvertire i primi sintomi. Sono chiamati “cani allerta diabete” e il Distretto Lions 108Yb Sicilia, pensando proprio ai bambini affetti dalla patologia, ha lanciato una sottoscrizione collocando nell’area partenze dell’aeroporto di Comiso una teca trasparente per la raccolta di contributi destinati a sostenere il centro di addestramento nazionale istituito dai Lions a Biancavilla. Insieme a roll-up che illustrano il progetto, analoghe teche sono state collocate nell’aeroporto di Catania e ne sono previste altre negli aeroporti di Palermo, Trapani, Pantelleria e Lampedusa in vista di un programma di addestramento del maggior numero di” cani allerta diabete”. A Comiso la posa della teca è stata salutata dall’amministratore delegato della Soaco (Società Aeroporto di Comiso) Rosario Di Bennardo e dal Governatore del Distretto Lions 108 Yb Sicilia Francesco Cirillo, il quale ha spiegato come studi specialistici documentino l’emissione nei soggetti colpiti da crisi glicemiche di particolari particelle che, espulse attraverso l’alito e il sudore, sfuggono all’olfatto dell’uomo ma non a quello di un cane, che se opportunamente addestrato può agire dunque come un allarme salva-vita preziosissimo per i pazienti più piccoli. Alla cerimonia di Comiso sono anche intervenuti il presidente dell’Ottava circoscrizione Giuseppa Lembo, il delegato per la Sicilia della Aild (Associazione italiana Lions per il diabete) Giuseppe Daidone ed una delegazione dei soci del Lions Clubs Ragusa Host, Vittoria, Modica e Comiso Terra Iblea.

#lionssicilia

login

Inserisci l’email e la password